Veronica Panarello, lettera al marito: “Pensi davvero abbia ucciso Loris?”

0

Veronica Panarello scrive una lettera al marito Davide Stival: “Come puoi pensare che sia stata io a uccidere nostro figlio?”. Veronica è in carcere per il delitto di Andrea Loris Stival, bambino di 9 anni trovato morto a Santa Croce Camerina (Ragusa). La lettera è stata resa nota da alcuni siti, tra cui Tgcom. Di seguito il contenuto originale della lettera:

“Caro Davide, sono amareggiata profondamente dal comportamento che hai avuto nei miei confronti. Come puoi credere che io abbia potuto uccidere nostro figlio?”. “Tu sai che mamma sono stata io e quale affetto abbia avuto per i nostri bambini – prosegue la lettera, cui stralci sono stati resi noti da News Mediaset – è un’atroce sofferenza la morte di Loris, così come atroce sofferenza è la mia carcerazione. Mi sento sola e abbandonata da tutti. Oggi è il compleanno del nostro figlio più piccolo ed anche a lui va il mio pensiero. Sono innocente, assolutamente innocente ti prego di credermi. Io so che tu nel tuo cuore mi consideri innocente”.

Veronica Panarello è in carcere, accusata di omicidio volontario e di occultamento di cadavere. Al momento gli inquirenti stanno verificando la pista di un possibile complice.

Il marito Davide Stival negli ultimi giorni sembra aver “scaricato” la moglie. In un primo momento aveva creduto alla innocenza della madre di suo figlio.