Veronica Panarello aveva l’amante? “Cercate complice”: appello madre e sorella

0

Veronica Panarello potrebbe aver avuto un complice.

La madre della donna incarcerata, perché accusata di aver ucciso il figlio Andrea Loris Stival, ha detto “che non può aver fatto tutto da sola” (ammesso che sia veramente colpevole). E viene fuori l’ipotesi di un amante.

Quella che era una voce di paese avrebbe trovato conferme, nelle parole della mamma di Veronica, che è stata sentita dagli inquirenti. Investigatori e inquirenti stanno verificando quindi se questo complice esiste o no, mentre il paese di Santa Croce Camerina ha cominciato la sua personalissima e morbosa caccia al killer.

Anche perché nessuno ha dimenticato la reazione a caldo di Davide Stival, quando ha saputo della morte del figlio: “Stavolta lo ammazzo”. “Lo” e non “la”. Forse nella sua testa c’era già l’identikit di un sospetto. Già, ma chi?

Le parole della mamma di Veronica:

“Mia figlia non può avere agito da sola, di sicuro copre qualcuno – ha detto -. È sempre stata una ragazzina irrequieta, viziata e bramosa di attenzioni, ma da qui a diventare un’assassina ce ne corre”.

E poi anche quelle della sorella di Veronica, Antonella:

“Anche se non ho prove, non ritengo di potere escludere che Veronica sia coinvolta nella morte del bambino o che stia cercando di coprire qualcuno o nascondere comunque la verità””.

Che l’assassino del piccolo Loris non abbia agito da solo era un’ipotesi già nell’aria da qualche giorno. Gli investigatori infatti non riuscivano a capire come avesse potuto una persona sola legare mani e piedi al bambino, e gettarlo nel fosso dopo averlo immobilizzato.