Uccise fidanzata, vagò per ore col cadavere in auto: dopo due mesi va ai domiciliari

0

Francesco Mazzega, 36 anni, il 31 luglio scorso strangolò e uccise la fidanzata 21enne Nadia Orlando e poi vagò per tutta la notte con il cadavere di lei in macchina. Arrestato, ora Mazzega, dopo soli due mesi, è già ai domiciliari.

A fine agosto, infatti, il tribunale del Riesame di Trieste gli ha concesso gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. Martedì Mazzega è uscito dal carcere ed è stato condotto presso l’abitazione dei genitori a Muzzana del Turgnano, in provincia di Udine.

La decisione di scarcerarlo aveva sollevato moltissime proteste, e l’intero paese in cui viveva la vittima, Vidulis di Dignano, si era mobilitato contro il provvedimento ed era stata avviata una petizione che ha raccolto decine di migliaia di firme.