Transgender condannato: ingannò le sue amanti, usava una protesi

0

Carlos Delacruz, scozzese 35enne, aggressore sessuale transgender senza pene è stato condannato a tre anni di carcere per aver ingannato due donne durante i rapporti sessuali, utilizzando senza il loro consenso una protesi peniena. Entrambe le vittime, con cui l’uomo ha avuto una relazione in tempi diversi nel 2015 e 2017, si sono lamentate di aver provato “dolore estremo” durante il rapporto sessuale e di aver contratto la candida, scrive il Daily Mail.

L’Edinburgh Sheriff Court ha condannato Delacruz, che si è dichiarato colpevole, a tre anni di prigione, è stato iscritto a tempo indeterminato nel registro dei molestatori sessuali e ricevuto un ordine restrittivo di cinque anni a protezione di entrambe le donne.

Delacruz, di Banknock, vicino Falkirk, è un cittadino spagnolo, di genere femminile al momento della nascita a Madrid nel 1983, secondo quanto riferito dall’avvocato difensore Cameron Tait, dopo una laurea negli USA, nel 2010 si è trasferito in Scozia per cercare lavoro.

Delacruz ha sviluppato “un aspetto maschile” all’età di otto anni e a 16 ha cambiato ufficialmente il nome in Carlos. Sui documenti spagnoli risulta di genere maschile anche se non ha compiuto la completa transizione, scrive il Daily Mail.

In tribunale, l’avvocato ha affermato che Delacruz durante i rapporti con le donne aveva usato una protesi peniena che considerava “come parte del suo corpo” e aggiunto che attualmente ha una relazione stabile con una donna che acconsente all’uso della protesi durante i rapporti sessuali.

Ma il giudice Stirling ha ritenuto che Delacruz abbia causato “un danno fisico e psicologico” a entrambe le donne, la seconda in particolare dopo i rapporti ha sofferto di emorragie e attualmente ha “difficoltà a dormire e mangiare”.

Entrambe le donne pensavano che Delacruz avesse un vero pene, anche se rifiutava di mostrarsi nudo e avevano rapporti sessuali esclusivamente a luci spente.