Tenta di uccidere la figlia di una amica chiudendola in un’asciugatrice

0

Avrebbe tentato di uccidere più volte una bambina di tredici mesi figlia di un’amica che gli era stata affidata, e per due volte lo avrebbe fatto mettendola dentro alla asciugatrice e facendo poi partire la macchina. Deve rispondere di queste accuse Thomas Dunn, un uomo di 25 anni di Hamilton, città della Scozia non lontana da Glasgow. 

Dunn avrebbe commesso tutto questo nel giro di sole tre settimane nell’appartamento della piccola ad Arbroath, Angus. E’ anche accusato di aver anche aggredito un altro bambino. Al processo ha negato tutto e si è dichiarato innocente, spiega la Bbc. 

I reati contestati sarebbero avvenuti tra il 2015 e il 2018. Secondo l’accusa, nel caso della bimba figlia della sua amica Dunn l’avrebbe messa nella asciugatrice e avrebbe poi azionato la macchina, e la piccola avrebbe riportato serie ferite, oltre ad aver rischiato di morire. Dunn avrebbe anche colpito più volte la bimba alla testa e al corpo lanciandole oggetti e mordendole un braccio. 

La mamma della bimba all’Independent ha spiegato: “Sono una mamma single, lui era l’unica persona che sembrava disposta ad aiutarmi, badando a mia figlia e consentendomi di prendere una pausa. Gliel’avevo affidata almeno tre volte, non posso pensare abbia tentato di ucciderla”. Il processo continua.