Roberta Ragusa, Antonio Logli prosciolto: Procura ricorre in Cassazione

0

Antonio Logli è stato prosciolto lo scorso 6 marzo dalle accuse di omicidio volontario e distruzione di cadavere per la scomparsa della moglie Roberta Ragusa.

Sentenza contro cui la Procura di Pisa il 18 giugno ha presentato ricorso in Cassazione. Ad annunciarlo il procuratore Antonio Giaconi sottolineando che il Gup ha “esorbitato dai suoi poteri”.

Secondo la procura, è spiegato in una nota, è

“erronea l’applicazione della regola di giudizio avendo il gup, nell’adozione della sentenza di non luogo a procedere per insussistenza del fatto, esorbitato dai suoi poteri, procedendo a una valutazione di merito del materiale probatorio acquisito e così esprimendo un giudizio di colpevolezza dell’imputato, anziché limitarsi a valutare se gli elementi acquisiti risultino insufficienti, contraddittori o comunque non idonei a sostenere l’accusa in giudizio”.