Omicidio Katia Tondi, fissata per dicembre l’udienza per il rinvio a giudizio del marito

0

Sarà il gup Sergio Enea del tribunale di Santa Maria Capua Vetere a valutare, il prossimo 15 dicembre, il rinvio a giudizio chiesto dal sostituto procuratore Domenico Musto per Emilio Lavoretano, marito di Katia Tondi, la casalinga di 31 anni uccisa il 20 luglio 2013 nella sua abitazione di San Tammaro.

A maggio scorso la Procura aveva inviato a Emilio Lavoretano, unico indagato di omicidio volontario, un avviso di conclusione indagini. In caso di processo, davanti alla Corte di Assise, i difensori del gommista – gli avvocati Natalina Mastellone e Raffaele Crisileo – potrebbero anche scegliere di affrontare un rito abbreviato ma al momento sono solo ipotesi.

Determinante per l’ipotesi accusatoria la relazione presentata dal Ris dei carabinieri sull’orario della morte della Katia Tondi riscontrando così la responsabilità del marito della donna, che secondo la Procura era presente in casa al momento dell’omicidio. La donna fu strangolata con una sorta di nastro o corda sulla cui natura però non è stata mai fatta chiarezza.