Omicidio Elena Ceste, avvocato Michele Buoninconti: “Lascio per evidenti divergenze”

0

“Il mio lavoro non poteva continuare”.

A più di due mesi dall’arresto di Michele Buoninconti, accusato dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere della moglie Elena Ceste, l’avvocato Alberto Masoero spiega così i motivi che l’hanno spinto a
lasciarne la difesa.

“Per motivi deontologici non voglio entrare nel merito – precisa conversando con l’Ansa negli uffici del tribunale di Asti – ma le divergenze con il mio assistito sulla linea difensiva erano evidenti”. Buoninconti continuerà ad essere assistito da Chiara Girola, l’avvocato d’ufficio nominata subito dopo il ritrovamento a ottobre del corpo della donna, che era scomparsa da casa nel gennaio precedente.

Proprio giovedì sarà in udienza, davanti al gip Giacomo Marson, per un altro fascicolo relativo a Buoninconti, quello sull’aggressione alla giornalista Mediaset Laura Magli. Con l’avvocato Girola ci sarà anche Massimo Tortoroglio, del foro di Alba (Cuneo). Non è escluso che quest’ultimo possa affiancare l’avvocato d’ufficio anche nella difesa di Buoninconti dall’accusa di aver ucciso la moglie.