La morte di Mario Biondo e lo ‘strano’ passato di Raquel Sanchez Silva

0

Mario Biondo, il cameraman di Palermo morto in circostanze misteriose nella sua casa di Madrid, in Spagna, non ha ancora avuto giustizia.

In terra iberica sono sicuri: “Si è suicidato”. Non sono d’accordo i genitori di Mario. Giuseppe Biondo, padre della vittima è convinto che “Raquel Sanchez Silva nascondeva qualcosa. Un segreto che potrebbe essere custodito nel computer di mio figlio Mario. Qualcosa legato al torbido passato della moglie e ai film a luci rosse che, forse, aveva girato. Mio figlio potrebbe esserne venuto a conoscenza proprio la sera in cui è morto”. Accuse durissime quelle mosse da Giuseppe.

I genitori non hanno dubbi: “Mario non si è tolto la vita. Qualcuno lo ha ucciso e poi ha simulato il suo suicidio”.

Mario Biondo, avrebbe scoperto che la moglie Raquel Sanchez Silva aveva girato film porno
Mario Biondo, avrebbe scoperto che la moglie Raquel Sanchez Silva aveva girato, in passato, film porno

Sono parecchi i punti poco chiari intorno a questa agghiacciante vicenda. E sono ancora numerosi i dubbi da chiarire prima di conoscere la verità. Uno di questi riguarda il computer di Mario, che secondo i suoi familiari nasconderebbe la prova che il giovane è stato ucciso affinché non rivelasse un terribile segreto.

Ce ne parla papà Giuseppe: “Noi genitori un idea su quello che è successo al nostro Mario ce la siamo fatta sin da subito. Un conoscente deve avergli rivelato qualcosa riguardante il passato della moglie, e lui da quel momento lui ha cominciato a cercare. Sappiamo per certo che Mario prima di morire stava indagando sul passato di Raquel. Voglio raccontarvi un episodio: un mese dopo la morte di mio figlio, io e mia moglie Santina siamo andati a Madrid. Girando per casa abbiamo notato un indirizzo Internet scritto a penna vicino al computer di Mario. Abbiamo preso quel pezzo di carta, ma quando Raquel se ne accorta ce lo ha sfilato di mano gridando come una pazza. Noi crediamo che Mario avesse trovato su Internet immagini o video compromettenti della moglie. Questo materiale prima o poi verrà fuori, perché gli esperti ci hanno assicurato che è impossibile cancellarlo per sempre dai computer”.

Raquel Sanchez Silva
Raquel Sanchez Silva

E’ certo che il comportamento della vedova continua a essere discutibile. Dopo il decesso del marito si è rifatta subito una vita e ha troncato i rapporti con la famiglia del cameraman.

“Raquel – continua il padre – voleva vendere tutte le cose di Mario: macchina fotografica, computer e vestiti. Come se volesse cancellarlo dalla memoria”. Quando gli inquirenti italiani sono andati in Spagna per interrogare la donna, lei ha dichiarato: “Io e Mario eravamo una coppia unita, felice. Volevamo un bambino, ma non arrivava. E morto durante un atto di autoerotismo estremo. Un gioco degenerato in tragedia”.

Ora saranno gli inquirenti italiani a tirare fuori la verità. Certo che il caso è davvero strano. I genitori di Mario non si arrenderanno mai, visto che Mario è stato trovato appeso a una libreria poco solida.