“Mi ha trasmesso il coronavirus e l’ho uccisa”, i pm non credono all’assassino di Lorena

0

Mi aveva trasmesso il Coronavirus e l’ho uccisa

Questo ha detto durante l’interrogatorio Antonio De Pace, l’uomo che ieri ha strangolato la sua compagna, Lorena Quaranta, a Furci Siculo (Messina). Ma chi indaga le ritiene parole deliranti. E questa mattina è arrivata la conferma, dai tamponi fatti: “Negativi”, si apprende da ambienti sanitari.

E’ ancora giallo sul motivo della drammatica lite che ha portato il ventottenne infermiere di Vibo Valentia a strangolare la giovane ventisettenne con cui era fidanzato da tre anni. In apparenza, una storia felice, come testimoniano le fotografie pubblicate dalla coppia su Facebook.

Un vero rompicapo per la procura di Messina diretta da Maurizio de Lucia, che oggi sta proseguendo le indagini con l’audizione di amici e parenti della vittima. Giovedì è invece prevista la convalida del fermo davanti al giudice delle indagini preliminari, e dunque una nuova audizione di Antonio De Pace.