Martina Rossi: “Si buttò dal balcone per fuggire a uno stupro”

0

E’ caduta dal balcone dell’hotel, cercando di sfuggire a un tentativo di stupro.

Non fu suicidio o la caduta accidentale di una ragazza “su di giri” dopo uno spinello. Chi l’ha visto? torna a parlare della morte di Martina Rossi, una ragazza di appena 20 anni morta nell’agosto 2011 mentre si trovava in vacanza con due amiche a Palma de Maiorca.

Martina Rossi, indagati due giovani della provincia di Arezzo conosciuti in vacanza
Martina Rossi,

Martina è caduta dal balcone di una stanza dell’hotel dove alloggiavano alcuni giovani italiani di Arezzo conosciuti poco prima. Di ritorno da una notte in discoteca la ragazza va nella stanza dei giovani e lì non è chiaro cosa sia successo: i ragazzi raccontano che lei dopo aver fumato uno spinello è diventata violenta e si è buttata di sua sponte dal balcone. L’indagine in Spagna viene chiusa in tutta fretta: suicidio.

Un’ipotesi che scontenta in prima battuta i genitori che fanno di tutto per fare luce sulla morte di quell’unica figlia, desideratissima e arrivata in età matura. La procura di Genova, città di origine della ragazza, apre quindi un’inchiesta. Poi le indagini passano alla procura di Arezzo per competenza territoriale: i ragazzi dell’hotel, quelli che hanno vissuto gli ultimi minuti di vita di Martina, sono indagati con varie accuse, dall’omicidio colposo alla falsa testimonianza.