Marilia, ammazzata perchè incinta, in carcere il suo capo si dispera: “Non volevo ucciderla”

1
Marilia
Marilia

Botta e risposta su facebook tra Jessica Alari, moglie di Grigoletto, e Natalia Silva, madre di Marilia.

In carcere dal 3 settembre, e dopo quasi due mesi ha i nervi a pezzi. Claudio Grigoletto, il pilota 32enne che il 29 agosto nell’ufficio della Alpi Aviation Du Brasil a Gambara ha ammazzato la sua amante e dipendente, Marilia Rodrigues Silva Martins, 29 anni, in attesa di un bimbo suo, continua a piangere. «In carcere non ce la fa più – rivela uno dei suoi legali, Elena Raimondi -. Ripete che se Marilia non l’avesse fatto uscire di testa nulla sarebbe accaduto. Non intendeva proprio uccidere».

L’uomo ora è seguito da uno psicologo, cerca notizie della moglie e delle sue due bimbe. Lei, Jessica Alari, ha già varcato l’ingresso di Canton Mombello più volte: «Ha preteso chiarimenti, lui l’aveva tenuta all’oscuro della relazione». Schiva e riservata, Jessica non ha mai parlato con la stampa. Ha affidato a Facebook il primo commento sulla vicenda: «Alla gente piace farsi gli affari miei invece di pregare e preoccuparsi di chi è morto».

Un’esternazione che non ha lasciato indifferente la madre di Marilia: «Signora Jessica, anche lei mi sa che deve preoccuparsi di chi è morta…» ha risposto Natalia Silva, che sul social network consiglia ai genitori che hanno perso i figli come lei a farsi coraggio. E Jessica: «Mi creda, lo faccio. Spero che mi crediate che mi dispiace per la morte di una ragazza che per di più stava diventando madre. Sono mamma di due piccole, come sapete, mi dispiace per lei».