Madre e i suoi due bambini trovati uccisi nella loro casa: sono stati sgozzati

0
Motta Visconti (Milano), via Ungaretti 20
Motta Visconti (Milano), via Ungaretti 20

Una donna di 38 anni, Cristina Omes, i suoi due figli, una bambina di 5 anni e mezzo, Giulia, e un maschietto di 20 mesi, Gabriele, sono stati trovati uccisi la notte tra sabato e domenica in una abitazione a Motta Visconti (Milano), in via Ungaretti 20. A dare l’allarme, il padre, Carlo L., rientrato a casa, alle 2 di notte, dopo aver visto la partita dell’Italia a casa di un amico. Al momento si trova in caserma dei carabinieri.

Le ferite

I corpi presentano ferite d’arma bianca al collo, probabilmente un coltello, compatibili con uno sgozzamento. Non si esclude nessuna ipotesi tra omicidio e suicidio. In corso, i rilievi tecnici. Indagano sul caso i carabinieri di Abbiategrasso e quelli di Milano con il reparto investigazioni scientifiche.

Le testimonianze

La donna era impiegata in un’assicurazione di Motta Visconti, impegnata in attività di volontariato e frequentava con il marito commercialista a Milano. I due erano sposati da sei anni. I vicini li raccontano come una famiglia tranquilla. Il sindaco, Primo De Giuli, in carica da quindici giorni, descrive la donna come “solare”, la conosceva perché portava i bambini nello stesso asilo di sua nipote e afferma di temere che si sia trattato di una rapina terminata nel sangue. Ma sulla porta d’ingresso della casa non sono presenti segni d’effrazione.