Guerrina Piscaglia, Gratien Alabi resta in carcere: respinto il ricorso

0

Padre Graziano resterà nel carcere San Benedetto di Arezzo fino a quando non sarà disponibile un braccialetto elettronico.

La Corte d’Assise di Arezzo ha respinto l’istanza della difesa del sacerdote congolese che chiedeva di disporre per lui gli arresti domiciliari nel convento dei Premonstratensi di Roma anche senza il dispositivo di controllo imposto dalla decisione del Tribunale del Riesame di Firenze.

Padre Gratien Alabi è in carcere dal 23 aprile scorso con l’accusa di aver ucciso volontariamente una sua parrocchiana, di cui si sarebbe invaghito, Guerrina Piscaglia, il cui cadavere avrebbe distrutto ed occultato dopo la scomparsa della donna il 1 maggio 2014 dalla sua abitazione a Ca’ Raffaello nel comune di Badia Tedalda, in provincia di Arezzo.

Venerdì 18 dicembre davanti alla Corte d’Assise di Arezzo, presieduta da Silverio Tafuro, si terrà la seconda udienza del processo che vede imputato padre Graziano.