Giancarlo Bossola era membro di una setta pseudo religiosa: la Santeria

0

Giancarlo Bossola sarebbe stato un membro della Santeria, una setta pseudo religiosa diffusa in tutto il Sudamerica.

Nella casa dell’ex poliziotto di 60 anni che ha ucciso due donne e poi si è dato fuoco, gli investigatori hanno trovato lettere in cui l’uomo spiega che la sua compagna cubana, Norma Ramirez, era un membro della Santeria e che lui ha ucciso mosso dalle indicazioni che lei gli ha dato.

Scrive La Stampa che il duplice omicidio in cui Bossola ha ucciso la compagna Norma e Roslina Redolfi, badante della anziana madre, al momento è senza movente ma gli investigatori puntano alla pista della setta pseudo religiosa:

“Secondo una prima ipotesi il delitto suicidio potrebbe avere motivazioni pseudo religiose: la donna cubana (e probabilmente anche l’omicida) faceva parte di una religione-setta molto attiva in Sudamerica, la Santeria. In casa sono state trovate diverse lettere dove Bossola spiega di aver ucciso mosso da indicazioni religiose impartite dalla donna”.