Dice al fidanzato d’essere incinta: uccisa e bruciata a 14 anni, ma non era vero

0

Dice al fidanzato di essere incinta, anche se non è vero. E lui la uccide e poi brucia il suo corpo. Lei, Shaniesha Forbes, aveva solo 14 anni. Lui, il suo fidanzato e assassino, Christian Ferdinand, ne ha 22. Ma rischia di passare i prossimi 25 in carcere.

Era il gennaio del 2013 quando Shaniesha disse a Christian di essere incinta, e che lui era il padre del bimbo. I due si conoscevano da poco: si erano trovati su Facebook. Avevano iniziato a chattare e poi ad uscire insieme.

Tutto andava bene fino a quando lei non gli ha detto quella frase. Lui le ha chiesto di abortire, lei si è rifiutata. A quel punto Christian l’ha soffocata con un cuscino. Dopo ha bruciato il cadavere e lo ha scaricato in un torrente.

I resti del corpo di Shaniesha sono stati ritrovati a Gerritsen Beach, New York. Pochi mesi dopo Christian è stato incastrato dal Dna e dai tabulati telefonici. E dall’autopsia del cadavere è venuto fuori che quella giovane ragazza non era incinta e non aveva mai abortito.

La gravidanza che aveva portato Christian all’omicidio non era mai esistita.