Caso Ragusa le intercettazioni, Sara Calzolaio alla figlia di Roberta: non sapeva amare tuo padre

0

Sono davvero pesanti le nuove intercettazioni che riguardano il caso Roberta Ragusa, intercettazioni pubblicate dal settimanale Giallo in esclusiva nel numero in edicola questa settimana. A parlare, sono Sara Calzolaio, amante di Antonio Logli, e al momento delle intercettazioni nuova compagna dell’uomo, marito di Roberta Ragusa.

Le intercettazioni pubblicate da Giallo: “Lei, secondo me, ci (incomprensibile) anche a fa’ l’amore e le ha dato noia ed io lo capisco, però, oh tesoro, eh! Non è abituata”. Le imbarazzanti parole che avete appena letto in esclusiva su Giallo riprendono un dialogo tra Sara Calzolaio e Antonio Logli, il marito di Roberta Ragusa, la donna scomparsa dalla sua abitazione di San Giuliano Terme (Pisa), la notte tra il 12 e il 13 gennaio del 2012. Parole pesanti e senza cuore, intercettatate dai carabinieri e pronunciate alle 7.50 del 25 marzo 2013 da Sara Calzolaio, un anno dopo aver sostituito Roberta nella vita dei Logli. Ma non finisce qui. In questi lunghi anni ci siamo chiesti come mai i figli di Roberta non abbiamo mai voluto dire qualcosa, non abbiano mai pensato magari, di mettersi dalla parte delle cugine della loro mamma, lasciando la casa di Antonio. Dalle intercettazioni pubblicate su Giallo, si intuisce anche che aria tirava in casa Logli.

LE INTERCETTAZIONI TRA ANTONIO, SARA E LA FIGLIA DI ROBERTA RAGUSA-<<Guarda anche te, amore, non fare… non fare scenate quando c’è nonna perché sta male». La bambina allora risponde: «Eh ma se inventate…». Il padre non si dà per vinto e riprova a convincere la figlia che deve fingere che tutto vada bene: «Ascolta, (nonna) è sempre lì che piange, chissà dove è la mamma? Ma dov’è la mamma? Perché non si…». E la figlia: «Dov’è mamma? E le sue amiche erano lì e le dicono i loro problemi, invece di aiutarla a nonna. Io l’altro giorno l’ho sentita, gli raccontavano dei loro problemi». La bambina, in sostanza, spiega che tutte le amiche di nonna Giancarla si sfogano con lei parlando dei loro problemi senza pensare alle sofferenze della nonna. Lei, da nipotina, vorrebbe raccontare alla nonna le proprie preoccupazioni riguardo a mamma Roberta. Sara non comprende le esigenze della piccola e le dice in modo perentorio: «Non puoi pensare ai problemi suoi, se no diventi scema, eh».

Il settimanale pubblica anche un’altra intercettazione che mostra la freddezza con la quale Sara si rivolge alla bambina di Roberta. Sara per Pasqua ha comprato un uovo ad Antonio e la bambina commenta questo gesto dicendo che sua madre e suo padre non lo avevano mai fatto prima. Sara, rispondendo ai dubbi della bimba, commenta:

“Mi dispiace, probabilmente (tuo padre) non sarà mai stato tanto innamorato, o lei non lo sapeva nemmeno amare!”.