Alessandro Musini, sospettato omicidio di Angela Mura, preso dopo fuga di 30 ore

0

Terminata dopo 30 ore la caccia all’uomo in Lombardia: Alessandro Musini, l’operaio sospettato di aver ucciso a martellate la moglie a Castenedolo (Brescia), è stato arrestato dai carabinieri nel centro di Brescia.

E’ stata un’abitante della zona a chiamare i militari, che sono arrivati, l’hanno bloccato e l’hanno portato al Comando provinciale di Brescia.

Musini, 50 anni, è sospettato di aver ucciso la moglie Angela Mura, 54 anni, trovata morta lunedì pomeriggio con il cranio sfondato in un appartamento di Castenedolo dove viveva insieme al marito.

Angela Mura, di origini sarde, abitava in Lombardia da un paio di anni. Aveva due figli: uno di 20 anni, avuto da un matrimonio precedente, e uno di 13. E’ stato lui a trovare il corpo della madre morta e a dare l’allarme.